Privacy Policy

Automonitoraggio domiciliare Covid-19

By: | Tags: , , , , , , , , | Comments: 0 | Maggio 23rd, 2020

Dal 18 maggio siamo entrati in nuova fase del Covid-19 e se da un lato abbiamo più libertà di movimento, dall’altro siamo chiamati ad un senso di responsabilità maggiore. Per questo è importante mettere in pratica poche semplici regole per automonitorare da casa l’insorgenza di un possibile contagio da Covid-19.

L’infezione da SARS CoV2 è stata collegata ad una lunga serie di patologie e disturbi, alcuni dei quali possono precedere l’insorgenza del quadro clinico più eclatante. L’accesso al PS o agli ospedali, poi, andrebbe riservato in questo periodo ai casi di effettiva necessità, visto il maggior rischio di contrarre l’infezione. Per questo motivo è bene che ognuno di noi stia attento ad alcuni segnali che il proprio corpo può mandare, che potrebbero essere meritevoli di controlli medici. L’’importante, però, è non farsi mai prendere dal panico.

  1. Controlla la temperatura corporea, al mattino e nel tardo pomeriggio, sempre con lo stesso termometro (meglio quelli tradizionali da ascella), evitando la misura dopo l’esposizione al sole o dopo attività fisica. Se superiore a 37.5°C contatta il tuo medico di fiducia.
  2. Controlla le pulsazioni del cuore per 60 secondi, due volte al giorno, mattina e sera, a distanza da sforzi fisici o emozioni particolari: se superiori a 100 battiti al minuto contatta il tuo medico di fiducia.
  3. Se hai a disposizione un saturimetro, controlla sempre due volte al giorno il valore di concentrazione di ossigeno nel sangue, se inferiore a 95-96% chiama il tuo medico.
  4. Stai attendo agli odori ed ai sapori; se hai difficoltà a percepirli, potresti essere in una fase iniziale di infezione
  5. Se hai particolare difficoltà nel respiro, magari dopo sforzi abituali, contatta il tuo medico di fiducia.

Leave a Reply